Le 5 Novità che Devi Conoscere se Vuoi Usare Facebook Adv nel Modo Giusto

Le 5 novità che devi conoscere se vuoi usare Facebook Adv nel modo giusto

Instagram è indubbiamente in ascesa dal punto di vista del digital marketing, ma Facebook resta il leader indiscusso fra le piattaforme social, continuando a staccare tutti agli altri anno dopo anno. Che i suoi ultimi aggiornamenti piacciano o meno, resta il fatto che ha il pubblico più ampio e quindi ha la piattaforma pubblicitaria più potente del mercato.

La sua attitudine a rinnovarsi è garanzia del fatto che non ha alcuna intenzione di cedere il ruolo di leader a qualcun altro e questo non deve farci incavolare, ma al contrario, è la sicurezza che ogni volta che investiremo nel modo giusto i nostri soldi su Facebook per promuovere la nostra attività, stiamo facendo uno degli investimenti più sicuri in termini di feedback.

Facebook interactions buttons

Perché continuare a puntare su Facebook Adv?

Investire in pubblicità su Facebook è una delle migliori strategie di marketing digitale di cui possiamo avvalerci sia a breve che a lungo termine.
Molti vedono in Instagram la nuova frontiera del successo e, in effetti, la sua crescita è indiscutibile, ma ciò che non bisogna perdere di vista è che dietro queste due realtà c’è sempre “Re Mark” che non ha mai nascosto la sua preferenza verso il “primogenito”. Facebook è uno strumento di marketing potentissimo, ma bisogna saperlo sfruttare al meglio senza fare errori e sprecare denaro, per raggiungere gli obiettivi sperati e questo richiede un costate aggiornamento e una totale devozione alle analisi dei dati.

Ora vediamo quali sono le 5 novità più importanti di Facebook del 2018.

1# Funzione A/B Test off limits

Questa funzione, che puoi attivare a livello di scelta dell’obiettivo della Campagna, era già disponibile da diverso tempo con il limite del budget minimo di 800€, per molti troppo alto al punto da rendere impossibile l’uso di questa ottima funzionalità.

Il test A/B ti permette di valutare versioni diverse delle tue inserzioni per capire quale funziona meglio e come poter migliorare le tue campagne future.

2# Problema dimensioni nascoste dei Pubblici Personalizzati

Probabilmente avrai già notato che per molti Pubblici Personalizzati la dimensione è nascosta, o meglio, “non disponibile” a causa della nuova normativa sulla privacy. Questa problematica ha creato non pochi disagi, specie nella definizione delle campagne adv e nella scelta del budget da investire. La buona notizia è che si tratta di una situazione temporanea, anche se si protrae da alcuni mesi, appena Facebook avrà risolto alcuni problemi tecnici, i dati delle dimensioni verranno ripristinati.

Per il momento, anche se la dimensione non è disponibile, possiamo ovviare a questo problema attraverso strumenti come Google Analytics, usando budget bassi da alzare un po’ alla volta in base alla frequenza che otteniamo.

3# Nuovo sistema di calcolo della Copertura Organica

In passato, la copertura organica in realtà veniva contata quando un post non a pagamento veniva posizionato nella sezione Notizie di una persona, indipendentemente dal fatto che poi venisse visualizzato o meno sullo schermo.

Ora, invece, con il nuovo sistema la copertura organica viene contata quando un post sempre non a pagamento viene effettivamente visualizzato sullo schermo di una persona.

Negli insight della Pagina, infatti, potresti aver notato un calo di visibilità, ma in realtà i numeri di prima erano semplicemente gonfiati da una visibilità apparente, perché raccoglievano relativi alla possibilità che il tuo post possa essere visualizzato e non che sia stato visto realmente.

4# Plugin Chat Messenger nel Sito Web come Assistente Virtuale

L’Assistente Virtuale è un altro valido strumento di cui avvalersi per trasformare ogni visita in un potenziale cliente. In questi mesi è stata introdotta la possibilità di usare Messenger come chat di assistenza all’interno del proprio sito web.

Infatti, grazie a questa sezione presente nelle impostazioni della Pagina Facebook possiamo avviare la creazione del plugin che andremo ad installare nel sito web per poter avere un assistente virtuale anche sul nostro sito, andando anche a catturare i contatti di chi attiva le chat, quindi, acquisendo clienti potenziali inseriti in flussi automatizzati di conversione tramite messaggi.

Vuoi saperne di più sul web marketing? Seguici ancora sul blog di Dilapay per conoscere nuove strategie per ampliare il tuo business e aumentare le vendite.

5# Crescente sinergia tra Facebook e Instagram

In passato non era possibile promuovere un post già pubblicato su Instagram, mentre è sempre stato possibile farlo per le pagine Facebook. Adesso, grazie alla sempre più consolidata sinergia tra queste due piattaforme social se hai collegato il profilo Instagram alla tua Pagina Facebook, quando ad esempio crei una Campagna con obiettivo “Interazioni” all’interno della scaletta dei post che si possono selezionare per essere promossi, troverai anche quelli pubblicati su Instagram, dai quali dovrai solo scegliere.

Vuoi saperne di più sul web marketing? Seguici ancora sul blog di Dilapay per conoscere nuove strategie per ampliare il tuo business e aumentare le vendite.


Ads, Marketing Platform e Ad Manager: Le nuove piattaforme by Google

Ads, Marketing Platform e Ad Manager: Le nuove piattaforme by Google

Circa 18 anni fa nasceva la prima piattaforma AdWords, realizzata da Google con l’obiettivo di rendere più facile la connessione online con le aziende. Molto è cambiato da allora.

La realtà del mobile è diventata sempre più parte integrante della nostra vita quotidiana. Gli utenti interagiscono rapidamente per acquistare online, ricercare contenuti, vedere video, giochi e molto altro. Di conseguenza, gli esperti di digital marketing hanno maggiori opportunità di raggiungere i consumatori sul web attraverso canali, schermi e formati differenti.

Nel corso degli anni, gli annunci Google si sono evoluti per aiutare i marketer a connettersi con le persone che effettuano ricerche su Google.com e per offrire un supporto in ogni fase del percorso del consumatore attraverso canali video, display, testo e tanto altro ancora.

Per rendere sempre più semplice i propri prodotti pubblicitari, dal 24 Luglio, Google ha lanciato le tre nuove piattaforme: Google Ads, Google Marketing Platform e Google AdManager.

le nuove piattaforme pubblicitarie di Google

Ecco come sono stati raggruppati i vari strumenti pubblicitari di Google:

  • Google AdWords diventa Google Ads e rappresenta l’intera gamma di funzionalità pubblicitarie che offre oggi Google.
  • I prodotti per inserzionisti quali DoubleClick e Google Analytics 360 Suite sono stati unificati nell’unico marchio Google Marketing Platform.
  • Le piattaforme utilizzate dagli editori, DoubleClick for Publishers e DoubleClick Ad Exchange, vengono accorpati in una piattaforma programmatica completa e unificata con un nuovo nome: Google Ad Manager.

Questi nuovi marchi aiuteranno gli inserzionisti e gli editori a scegliere le giuste soluzioni per il loro business, rendendo ancora più facile la pubblicazione di annunci di qualità e migliorando le esperienze per i consumatori online.

Vuoi incrementare il tuo business? Prenota una consulenza gratuita

*Ho letto e accetto l’informativa sulla Privacy

*Acconsento di ricevere informazioni commerciali e pubblicitarie

*Consenso obbligatorio per l'utilizzo del servizio


vendi online prodotti a rate

Sfrutta Dilapay e vendi dilazionando il pagamento

Migliaia di italiani acquistano a rate beni e servizi. Dall’elettronica di consumo, ai motori, ma anche viaggi, mobili, abbigliamento e servizi. Da uno studio dei nostri esperti di motori ricerca sono emersi dati interessanti sul comportamento di chi cerca prodotti a rate e quali le categorie merceologiche più coinvolte.

Alcuni dati mettono in luce che una buona fetta dei consumatori interessati ai prodotti con pagamento rateale non è interessato ad un finanziamento. Uno dei termini di ricerca più digitati ne è un esempio lampante: “comprare cellulare a rate senza busta paga”. Ricordiamo che la busta paga è un elemento fondamentale dei classici finanziamenti e che al contrario di quanto avviene per il servizio di dilazionamento Dilapay rappresenta il primo ostacolo per chi desidera acquistare prodotti a rate.

Le categoria merceologiche più cercate

prodotti a rate piu cercati

Nl 2016 secondo il CRIF l’ammontare medio complessivo delle rate mensili degli italiani era di 360€.

Vediamo ora quali sono le categorie merceologiche a cui gli italiani sono più interessati per l’acquisto di prodotti e servizi a rate. In testa abbiamo l’elettronica di consumo: smartphone, tablet, notebook, elettrodomestici, console per videogiocatori e televisori. Al secondo posto abbiamo auto e moto nuove, non solo macchine di piccola cilindrata, ma anche modelli luxury come la BMW. Bene anche l’interesse per il settore dell’arredamento, del tempo libero e dell’abbigliamento di lusso.

È chiaro che agli italiani piace comprare a rate prodotti costosi difficilmente acquistabili in un’unica soluzione. Abbiamo scoperto che molti prodotti d’elite sono infatti tra le mire degli acquirenti. Tra i prodotti più costosi trovano spazio gli smartphone di ultima generazione come l’iPhone X o gli ultimi modelli Samsung. In generale i prodotti Apple sono uno dei principali obiettivi del settore elettronica di consumo. Fanno gola anche i robot da cucina, bici da corsa e mountain bike professionali e persino Rolex e cucine già allestite.

Prova Dilapay nel tuo negozio

Come avrai ben capito la dilazione di pagamento non è solo un servizio da offrire in più ai tuoi clienti, ma una vera e propria esigenza dei consumatori. Un bisogno che anche a causa della crisi economica è diventato una costante nelle vite delle famiglie italiane. Di seguito un grafico che mostra l’aumento delle richieste su Google di un particolare prodotto a rate che tutti noi conosciamo, l’iPhone.

Nel grafico che va dal 29 giugno 2007, data di commercializzazione del primo modello di iPhone, ad oggi è possibile leggere quanto le ricerche per “comprare iphone a rate” sono mutate nel tempo. La richiesta del prodotto rateizzato è passato da un minimo di ricerca, discontinuo e con bassi volumi di ricerca ad un valore sempre più alto e con picchi molto elevati vicino alle festività.

Cosa aspetti ad attivare Dilapay nel tuo negozio? Contattaci per saperne di più sul servizio, un nostro consulente ti affiancherà nella scelta della soluzione su misura per la tua attività.


migliori corsi web marketing

I Migliori 5 Corsi gratuiti sul Web Marketing

Cerchi un corso gratuito sul web marketing? Scopri i migliori 5 organizzati da aziende del calibro di Google e Facebook.

Attraverso il web e i social network è possibile raggiungere milioni di persone che da ogni parte del mondo cercano i tuoi prodotti. Sviluppare competenze nel web marketing ad oggi è diventato fondamentale per ampliare la platea di potenziali clienti. In un paese come l’Italia famoso per la qualità dei prodotti, del design e delle materie prime è importante, se non fondamentale, essere visibili online anche ad un pubblico internazionale.

Quale modo migliore per raggiungere il pubblico mondiale se non il web? Impara tutto ciò che c’è da sapere sul web marketing attraverso dei corsi gratuiti sull’argomento. Delle solide basi di marketing unite allo sviluppo di competenze digitali possono creare un mix perfetto per far decollare le vendite nel tuo negozio!

Abbiamo raccolto i migliori corsi gratuiti sul web marketing  che ti aiuteranno a sviluppare competenze trasversali sul mondo digitale. Esiste un’ampia gamma di percorsi di studio per approfondire l’argomento web marketing e le sue declinazioni. Il materiale che abbiamo raccolto tratterà argomenti che spaziano dai social media, alla SEO passando per e-commerce, advertising e funnel marketing.

1# Google Digital Training

google digital training

Google Digital Training ha vinto più di 7 premi internazionali sulla formazione.

Chi meglio del team di Google poteva realizzare un corso sul marketing digitale? Il Google digital training è un corso ben strutturato che comprende diversi argomenti raccolti per capitoli: web ed email marketing, advertising con Google Adwords, SEO e SEM. Un corso completo che seppur per principianti offre una panoramica a 360° sul mondo del marketing digitale.

Il contenuto del corso non è affatto noioso e oltre a slide, video e prove intermedie di apprendimento offre una certificazione ufficiale rilasciata da Google. Un’ottima opportunità per aggiungere al proprio curriculum un riconoscimento dal colosso di Mountain View. Il programma formativo è composto da 106 lezioni, al completamento delle prove intermedie si ottengono 26 badge, infine ottenuti tutti gli achievement si accede alla prova finale.

Link al corso

2# Facebook Blueprint

Diventare un social media manager imparando dagli esperti di Facebook? Oggi è possibile grazie ai corsi di Blueprint, la piattaforma di Facebook dedicata all’apprendimento di tecniche di marketing e strumenti pubblicitari quali Instagram, Facebook e Audience Insights. I corsi sono davvero numerosi e comprendono molteplici tematiche del marketing, dell’analisi dei dati e degli strumenti pubblicitari.

Disponibili anche quattro certificazioni di cui due base e due avanzate suddivise in due aree: certificazioni che qualificano come Professionista della pianificazione, certificato come Professionista degli acquisti. Con i corsi Blueprint di Facebook imparerai a gestire pagine Facebook, creare inserzioni, individuare il pubblico target e comprendere le soluzioni di advertising su Facebook.

Link ai corsi

3# Ninja Academy

Ninja Academy è un portale italiano che offre decine di corsi online e in aula sul web marketing e sulle opportunità del mondo digitale. Oltre ai corsi a pagamento il portale mette a disposizione più di 50 corsi gratuiti su temi quali SEO, SEM, Facebook Advertising, Instagram, Performance Marketing, Growth Hacking e molto altro ancora. Le lezioni sono tenute da professionisti italiani di comprovata esperienza.

Link ai corsi

4# Lacerba.io

A differenza degli altri corsi gratuiti il progetto di Lacerba si propone come un team giovane e dinamico al passo con i tempi e le esigenze di chi vuole imparare. Oltre ai corsi a pagamento il portale offre una discreta quantità di corsi gratuiti su:

  • Programmazione;
  • Web Design;
  • Business Development;
  • Personal Branding;
  • Marketing;

Link ai corsi

5# Emagister

Leader della formazione a 360° Emagister è un portale ricco di corsi su quasi ogni disciplina, non poteva quindi mancare l’area dedicata al web marketing. Disponibili decine di corsi in aula organizzati in tutta Italia da professionisti e da web agency. Un’opportunità per imparare dagli addetti ai lavori nozioni e consigli pratici da spendere nel mondo del business digitale.

Link ai corsi

Vuoi saperne di più sul web marketing? Seguici ancora sul blog di Dilapay per conoscere nuove strategie per ampliare il tuo business e aumentare le vendite.


Il tuo brand è conosciuto? Scoprilo con Google Trends

Oggi ti vogliamo rivelare un modo per capire se la tua azienda è conosciuta e genera interesse in rete. Attraverso uno strumento potentissimo e gratuito sviluppato direttamente nei laboratori di Mountain View: Google Trends. Scopri come funziona.

Stai investendo soldi online e vuoi capire come monitorare i risultati? Gli strumenti moderni permettono di tracciare acquisti, click e visite al sito, ma come misuri questi risultati nel tempo e come fai a capire se la crescita del tuo brand è in linea con aziende simili alla tua? La risposta è Google Trends, un tool gratuito che permette di studiare l’andamento delle ricerche su determinati argomenti.

Come utilizzare Google Trends per la tua azienda?

Trends ti permette di misurare l’oscillazione delle ricerche del tuo brand o del tuo settore su molteplici canali google: canale ricerca (la ricerca su Google), immagini (la ricerca di immagini su Google) Youtube e Google Shopping. Ti permette inoltre di confrontare i dati ottenuti in rapporto con altri brand del tuo settore con l’ausilio di grafici e mappe di calore. In sostanza il tool ti permette di compiere delle mini indagini di mercato efficaci e immediate.

misurare notorietà del brand

“Il mio brand è conosciuto?” Scoprilo con Google Trends!

Lo strumento dispone di diverse funzioni e impostazioni per affinare l’analisi ed ottenere dati sempre più precisi. Oltre alla scelta del canale è possibile impostare filtri avanzati per analizzare i dati su intervalli di tempo personalizzati, aree geografiche e categorie di settore. Gli utilizzi di Google Trends sono molteplici e permettono di compiere diverse analisi, vediamo alcuni esempi pratici per prendere familiarità con lo strumento e capirne le potenzialità.

Vuoi incrementare il tuo business? Prenota una consulenza gratuita

*Ho letto e accetto l’informativa sulla Privacy

*Acconsento di ricevere informazioni commerciali e pubblicitarie

*Consenso obbligatorio per l'utilizzo del servizio

#1 Esempio di una ricerca con Google Trends

Luca è un imprenditore e possiede un elegante showroom di cucine a Roma. Ha deciso di aprire un nuovo piano in cui allestire un’esposizione di cucine a tema. È indeciso su quale stile di cucina promuovere tra 3 che secondo le sue conoscenze sono al momento le più cercate: vintage, shabby chic e industrial. Decide quindi di effettuare una ricerca e un confronto attraverso Google Trends per capire l’andamento degli stili di arredamento nel tempo. Ecco cosa riesce a scoprire tramite il tool.

#2 Esempio di una ricerca con Google Trends

Fabio è il proprietario di un’officina romana e ha deciso di ampliare il proprio sito con un’area dedicata ad uno suoi servizi. Ha individuato 2 tra i servizi più richiesti dai suoi clienti. Decide quindi di utilizzare Google Trends per ottenere maggiori informazioni per capire quale tra i due gli frutterebbe più traffico sul sito dunque più vendite.

#3 Esempio di una ricerca con Google Trends

Gianni è un imprenditore che possiede un negozio di telefonia a Milano. Sta svolgendo un’analisi per comprendere quali sono i trend degli ultimi 3 mesi sugli smartphone nella sua regione. Ecco cosa ha scoperto grazie a Trends.

Vuoi scoprire altri modi per utilizzare Google Trends? Continua a seguirci per rimanere aggiornato sulle novità del web e le innovative strategie di marketing per far decollare il tuo business.


aumentare vendite in negozio

La Bibbia dei commercianti: Incrementa Vendite in Negozio

Possiedi un esercizio commerciale e desideri attirare nuovi clienti? Abbiamo realizzato una guida approfondita che ti spiega passo passo come incrementare le vendite in negozio. Al di là delle soluzioni di vendita “classiche” come promozioni, sconti ed eventi gratuiti, ti proponiamo delle strategie di marketing online facilmente accessibili e sostenibili nel tempo.

Lo scenario economico italiano non è dei più rosei, secondo un recente studio dell’Istat nel primo trimestre del 2018 il calo delle vendite al dettaglio per le imprese locali è stato del -1.3%. Visto la difficoltà del momento storico, la visibilità online si fa sempre più importante per le piccole-medie imprese, ma è anche un terreno più competitivo rispetto a ieri.

Continua la lettura per scoprire quali sono le soluzioni che abbiamo individuato e che anche in poco tempo possono portarti ad incrementare le vendite nel tuo negozio.

1. Aumenta il potere d’acquisto dei tuoi clienti

Sarebbe bello se da un giorno all’altro il potere di acquisto dei tuoi clienti aumentasse, non è vero? Sembra un film di fantascienza, ma non lo è. Si tratta invece di una strategia che le grandi catene stanno già attuando da diversi anni ottenendo risultati incredibili.

Come hai già capito stiamo parlando della rateizzazione del costo dell’acquisto, che oggi, grazie a Dilapay, ha raggiunto una nuova dimensione ancora più conveniente per te e i tuoi clienti. Aderendo al servizio potrai proporre pagamenti dilazionati di prodotti e servizi senza finanziamento e senza interessi. Per saperne di più

2. Vendere con la scheda Google My Business

Abbiamo già accennato l’importanza della scheda Google My Business e come essa può aiutarti ad incrementare la visibilità del tuo negozio. Adesso vediamo in pratica come utilizzarla in modo strategico per comunicare con chi è interessato ai tuoi prodotti e addirittura riuscire a chiudere delle vendite.

vendere con google my business

Secondo un recente studio di Go-Globe il 78% delle ricerche locali effettuate tramite dispositivi mobili converte in una vendita offline.

2.1 Rispondi alle richieste dei clienti

La scheda My Business è uno strumento all’apparenza semplice, ma che in realtà va impostata in maniera accurata per garantire la massima visibilità. Una delle ultime innovazioni introdotte nella scheda locale è la possibilità di rispondere ai quesiti che i clienti ti pongono. Monitorare costantemente la sezione domande permette di scoprire opportunità concrete di vendita. Ecco un esempio reale tratto da una scheda di un negozio di occhiali.

esempio gmb domane risposte

2.2 Utilizza i Post per le promozioni

Una seconda funzione sono la pubblicazione di Post. Da qualche mese è possibile infatti creare dei contenuti simili a quelli dei social network e attraverso il quale è possibile comunicare eventi, offerte, servizi o semplicemente articoli del blog. Uno strumento utile per diffondere messaggi promozionali e novità che la tua azienda sta promuovendo nel punto vendita.

Vuoi incrementare il tuo business? Prenota una consulenza gratuita

*Ho letto e accetto l’informativa sulla Privacy

*Acconsento di ricevere informazioni commerciali e pubblicitarie

*Consenso obbligatorio per l'utilizzo del servizio

3. Rendi il tuo sito Local

Sicuramente qualcuno ti ha già spiegato l’importanza dell’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) per la visibilità online del tuo sito. Forse però non ti hanno detto che esiste una specializzazione della SEO che si occupa esclusivamente del posizionamento organico su Google a livello territoriale.

La Local SEO ti permette di posizionare il tuo sito per le ricerche di un’area geografica specifica.

3.1 Ottimizzazione per ricerche locali

Per un negozio fisico è molto importante avere un sito ottimizzato per le ricerche locali. Una strategia local SEO ti permette infatti di rintracciare tutte quelle persone vicino alla tua attività (o che hanno l’intenzione di recarsi nelle vicinanze) e che sono alla ricerca di un esercizio commerciale dove acquistare prodotti e servizi come i tuoi.

3.1 Vendi attraverso le Vocal Searches

Un recente articolo apparso su Forbes ad inizio anno ha evidenziato ciò che gli studiosi sostengono ormai da un paio di anni: l’importanza della voice search e l’incremento di termini del linguaggio parlato nelle ricerche sui motori. Un sito local ti permette di acquisire un vantaggio competitivo sui tuoi concorrenti ed essere visibile anche per le nuove ricerche geolocalizzate, ad esempio, “Ristorante vicino a me”, “Negozio di abbigliamento più vicino” o ancora “Negozio di arredamento aperto di domenica”.

3.3 Pacchetto Local SEO

Abbiamo realizzato un pacchetto pensato per le attività come la tua ed in grado di dare una spinta alla tua visibilità locale. Il “Pacchetto Local SEO” contiene una serie di ottimizzazioni per il tuo sito, per la tua scheda Google My Business e una guida avanzata su come migliorare la visibilità locale. Cosa aspetti ad incrementare le tue vendite in negozio? Acquista subito il Pacchetto Local SEO.

3.4 Vantaggi di un sito local

  • Aumenta la visibilità della tua azienda sul territorio;
  • Fai apparire i tuoi prodotti e servizi quando gli utenti cercano attività come la tua;
  • Sfrutta le ricerche vocali per intercettare chi sta cercando attività come la tua;

Vuoi incrementare il tuo business? Prenota una consulenza gratuita

*Ho letto e accetto l’informativa sulla Privacy

*Acconsento di ricevere informazioni commerciali e pubblicitarie

*Consenso obbligatorio per l'utilizzo del servizio


funnel marketing per aziende

L'Online Marketing nell'Era dei Funnel

Identifica la buyer’s journey e sviluppa un funnel di vendita per i tuoi potenziali clienti. Una fotografia sul cambiamento del marketing digitale negli ultimi anni e su cosa fare per adattare il tuo business.

Il web è un fermento di novità e innovazioni che stravolgono da un giorno all’altro tecnologie, piattaforme e strumenti pubblicitari. Di fondo valgono sempre le regole del marketing classico, ma tante sono le novità e aggiornare costantemente il tuo business risulta un’attività impegnativa e dispendiosa.

Se qualche anno fa ti bastava essere primo sui motori di ricerca per ottenere la fetta più grossa di clienti, ad oggi la visibilità su Google è solo un piccolo tassello nel processo di acquisizione di un cliente. Il motivo è che anche gli acquirenti hanno cambiato il modo di comprare. La semplice pagina di vendita non è più sufficiente per convertire una visita in un cliente, ancora più difficile fidelizzare un acquirente occasionale.

Cosa ha cambiato il marketing digitale? Semplicemente le persone. Ogni giorno migliaia di persone si informano su prodotti, confrontano aziende, guardano video e solo dopo un lungo percorso finalizzano la spesa. Negli ultimi anni il processo di acquisto si è allungato ed è diventato più complesso e tortuoso. Ad oggi è essenziale presidiare ogni fase della buyer’s journey e dimostrare di essere il migliore sulla piazza.

Vuoi incrementare il tuo business? Prenota una consulenza gratuita

*Ho letto e accetto l’informativa sulla Privacy

*Acconsento di ricevere informazioni commerciali e pubblicitarie

*Consenso obbligatorio per l'utilizzo del servizio

Il processo di acquisto: solo il migliore vince

Quando un utente raggiunge il tuo sito web in cerca di prodotti o servizi, a meno che non si fidi già del tuo brand, non comprerà mai alla prima visita.

Il percorso di acquisto di un tuo visitatore sarà un vero e proprio viaggio in rete alla ricerca del miglior prodotto che soddisfi le sue esigenze. Prezzo, marca, prodotti correlati, notorietà del tuo brand, vanno a comporre un bagaglio che l’utente porterà nel buyer’s journey verso il fatidico giorno dell’acquisto.

Durante questo viaggio incontrerà diversi dei tuoi competitor e anche loro offriranno lo stesso prodotto (forse anche a prezzo più basso). Come riuscire ad emergere e confrontarsi anche con i grandi marketplace come Amazon, ePrice e Shopify? Individuando il tuo funnel di vendita e sviluppando una strategia di conversione adatta al tuo business.

A chi non piacerebbe offrire ai propri clienti prodotti a prezzi 3, 5, 10 volte inferiori? Aspetta, da oggi è possibile grazie a Dilapay! Un innovativo sistema di pagamento che permetterà ai tuoi prodotti di essere pagati a rate senza alcun sovrapprezzo e senza finanziamento. Per saperne di più

Anche se il prezzo è un fattore importantissimo, non è il solo valore che gli utenti prenderanno in considerazione. La notorietà del tuo brand, l’immagine del tuo sito, il tuo profilo aziendale sui social possono essere strumenti in più per rafforzare la percezione del visitatore nei tuoi confronti e spingerli a compiere il primo passo verso il giorno dell’acquisto.

Tutto vero e attuale, ma ormai anche la prima impressione è insufficiente. Vediamo cosa fa davvero la differenza oggi.

Accompagnare i tuoi potenziali clienti verso l’acquisto tramite i Funnel

funnel marketing

Cos’è un funnel? Per funnel o imbuto di vendita si intende quel percorso che i tuoi potenziali clienti (lead) compiono fino ad arrivare al giorno dell’acquisto. La lunghezza di un funnel varia in base alla complessità del prodotto e alla forza del tuo brand.

Ma il funnel è tutt’altro che semplice teoria, ma una vera e propria strategia da mettere in atto per vendere meglio. Forse tu non lo sai, ma il tuo business ha già un funnel di vendita, devi individuarlo, studiarlo e apportare i giusti miglioramenti per incrementare le tue vendite.

Hai bisogno di un aiuto per comprendere meglio? Passiamo ad un esempio concreto che ti mostrerà come il marketing funnel può aiutarti concretamente ad aumentare le tue vendite online e offline.

Vuoi incrementare il tuo business? Prenota una consulenza gratuita

*Ho letto e accetto l’informativa sulla Privacy

*Acconsento di ricevere informazioni commerciali e pubblicitarie

*Consenso obbligatorio per l'utilizzo del servizio

Maria è un giovane imprenditrice di 33 anni che possiede un negozio di abbigliamento sportivo nel centro storico di Roma. Oltre al negozio fisico possiede anche un sito web dove mostra i suoi prodotti. L’imprenditrice ha notato che negli ultimi mesi le visite sul sito sono triplicate, ma i clienti in store sono diminuiti. Anche se Maria non lo sa, il funnel di vendita verso il suo negozio è composto da diverse fasi:

    1. Acquisizione dei clienti: tramite Ricerca locale di prodotti, attività, brand;
    2. Conversione: attraverso il sito web;
    3. Chiusura: acquisto in negozio;
    4. Fidelizzazione: tramite un blog sulla moda e i social.

Maria offre i suoi prodotti ad un prezzo competitivo, i prodotti sono simili ai negozi vicini, lo store è facilmente raggiungibile in auto e mezzi pubblici. Qual è il motivo per cui le visite in negozio non incrementano? Scarica il PDF gratuito e scopri perché Maria non riesce ad ottenere nuovi clienti e cosa dovrebbe fare per migliorare il suo funnel di conversione.

Come hai potuto vedere delineare il tuo funnel di acquisto può aiutarti da subito a capire i punti nevralgici del tuo business. Cerchi altri consigli di marketing? Continua a seguirci sul magazine di Dilapay.


strategie marketing online

7 Strategie di Marketing Online per il tuo Business

Hai un business e vuoi raggiungere più clienti?
Ecco alcune semplici strategie che puoi mettere in atto subito per aumentare la visibilità online della tua attività.

Nell’era digitale la presenza online è diventata per molti imprenditori la base da cui partire per avviare un business. Social network, siti web, piattaforme di advertising, ottimizzazione per i motori di ricerca, sono tante le possibili strategie di marketing da mettere in campo per incrementare il proprio business. Identificare la giusta strategia tra le tante esistenti non è una scelta facile e richiede un’attenta valutazione dei propri prodotti e servizi.

Spesso affidarsi ad esperti del settore può fare davvero la differenza. Non tutti hanno un budget da investire nell’online marketing. Tuttavia, molti strumenti che il web mette a disposizione offrono un pacchetto di servizi a costo zero che già da oggi possono portare clienti alla tua attività.

Vuoi incrementare il tuo business? Prenota una consulenza gratuita

*Ho letto e accetto l’informativa sulla Privacy

*Acconsento di ricevere informazioni commerciali e pubblicitarie

*Consenso obbligatorio per l'utilizzo del servizio

Quali sono le strategie di marketing online da attuare subito?

Piccola o grande che sia la tua azienda ha certamente dei valori e un messaggio da trasmettere a migliaia di potenziali clienti. Abbiamo raccolto le strategie di marketing online che già da oggi possono incrementare la tua visibilità in rete e far conoscere i tuoi prodotti e servizi a potenziali clienti intorno a te.

Google My Business al momento è uno degli strumenti più potenti in rete per dare visibilità al proprio negozio

1. Promuovere l’attività locale

Hai un’attività locale e vuoi aumentare il numero di persone che entrano in store? Forse non sai che Google offre una piattaforma gratuita che permette di apparire sui motori di ricerca quando le persone cercano attività come la tua. Google My Business al momento è uno degli strumenti più potenti in rete per dare visibilità ad una scheda del proprio negozio. In pochi step permette di essere online e offrire utili informazioni a propri clienti: tipo di attività, orari di apertura, servizi offerti, telefono, link al sito, foto e video.

2. Gestire un blog aziendale di successo

Comunicare con clienti fidelizzati è importante e non richiede un grosso impegno: è facile interagire con la propria clientela in store, ai fan di facebook o tramite una mail raccolta. Ma come si acquisiscono nuovi potenziali clienti online? Uno degli strumenti dell’Inbound Marketing più efficaci è il blog aziendale. Uno canale indispensabile per raccontare prodotti complessi e particolari. Tramite un blog è possibile raccontare i propri prodotti attraverso anche contenuti multimediali, foto, video e infografiche.

3. Utilizzare Facebook colpendo target mirati

Facebook è uno strumento che in molti utilizzano quotidianamente ed al momento è uno dei canali più utilizzati per sponsorizzare i propri prodotti e servizi. Attraverso degli investimenti mirati verso cerchie di persone è facile ottenere ROI positivi con margini di guadagno elevati. Non molti sanno che la pubblicità su Facebook è talmente mirata che riesce ad individuare gruppi di persone legate ad interessi specifici o addirittura fan dei propri competitor. Sorprendente vero?

4. Proporre prodotti a rate

Offrire ai propri clienti prezzi più bassi rispetto alla concorrenza è deleterio per la tua azienda. Come tanti altri commercianti sei costretto ad abbassare il costo dei prodotti per competere con i grandi marketplace? Inizia a proporre i tuoi prodotti a rate grazie a Dilapay: un sistema di dilazione di pagamenti che utilizza un circuito di pagamento elettronico europeo autorizzato Bank of England. Hai un negozio fisico? Con Dilapay i tuoi clienti possono acquistare a rate e senza costi aggiuntivi incrementando notevolmente il proprio potere d’acquisto. Per saperne di più.

Linkedin è un canale B2B perfetto per mettere in evidenza la tua attività e fare branding

5. Curare la pagina Linkedin e le relazioni B2B

Linkedin è un social network spesso sottovalutato, ma che racchiude un canale di comunicazione unico per interagire con partner e potenziali aziende clienti. Un canale B2B perfetto per mettere in evidenza la tua attività e fare branding a livello internazionale. Curare i rapporti e le relazioni umane anche online è necessario per dare valore alla propria azienda e farsi conoscere.

6. Posizionare su Google la propria azienda

Con il termine SEO si indicano tutte quelle tecniche da mettere in atto per incrementare la visibilità di un pagina web sui motori di ricerca. Sei sicuro che il tuo sito sia ottimizzato per la SEO? Se il tuo sito non appare sui motori di ricerca probabilmente ha bisogno di essere ottimizzato. Il tuo sito è ottimizzato per la navigazione da telefono? Il caricamento delle pagine è veloce? Inizia con un’analisi attraverso lo strumento Pagespeed di Google.

7. Offrire Newsletter di qualità (senza spam)

Ad oggi le newsletter sono uno strumento ancora molto utilizzato. Molti utilizzano le newsletter come strumento per comunicare esclusivamente offerte, promozioni, nuovi prodotti e servizi. Non c’è niente di più sbagliato che bombardare i propri iscritti con email puramente commerciali. Il risultato di una campagna newsletter pensata male si misura in percentuali basse di apertura mail, disiscrizioni frequenti e poco coinvolgimento dei propri iscritti. Per ottenere buoni risultati inizia a raccontare storie, a comunicare novità e qualche volta anche offerte vantaggiose esclusivi per gli iscritti.

Vuoi incrementare il tuo business? Prenota una consulenza gratuita

*Ho letto e accetto l’informativa sulla Privacy

*Acconsento di ricevere informazioni commerciali e pubblicitarie

*Consenso obbligatorio per l'utilizzo del servizio

Queste sono solo alcune delle strategie da mettere in atto per migliorare le tue tecniche di vendita online. Continua a seguirci per ricevere i nostri consigli di marketing. Cambia marcia e fai decollare il tuo business!