Jack Ma è l’imprenditore cinese che ha fondato il marketplace Alibaba. Nel 2017 il suo patrimonio personale si aggirava sui 30,9 miliardi di dollari. Da volenteroso studente di lingua inglese è divenuto in poco tempo uno degli uomini più ricchi in Cina grazie al web e alla globalizzazione.

In giovane età Jack Ma era solito percorrere in bicicletta 40 km per raggiungere un albergo internazionale vicino al Lago dell’Ovest presso Hangzhou. Lì si offriva gratis come guida turistica in cambio di piccole lezioni di lingua. È così che il giovane Ma apprese l’inglese sul campo e fu anche il primo passo che lo avvicinò verso la globalizzazione di cui tra l’altro adesso è protagonista indiscusso in Cina.

Una delle esperienze più importanti nella gioventù di Ma fu una vacanza estiva in Australia presso una di quelle famiglie a cui aveva prestato i suoi servizi di guida turistica. È proprio lì che per la prima volta vide con i suoi occhi la complessità del mondo al di fuori della Cina: «Prima della mia partenza dalla Cina, ero stato educato che la Cina era il paese più ricco e felice al mondo. Quindi, quando arrivai in Australia, pensai “Oh mio dio”, tutto è diverso da ciò che mi è stato detto».

Dopo la scuola il giovane decise di dedicarsi completamente allo studio della lingua inglese iscrivendosi all’università. Dopo due test d’ingresso falliti per entrare in alcune università locali riuscì ad entrare presso la Hangzhou Teacher’s Institute dove qualche anno dopo si laureò nel 1988.

L’inizio della carriera e l’ascesa irresistibile

jack ma ali baba

«Quando sono me stesso, sono felice e ho ottimi risultati.»

Dopo l’università iniziò la carriera di insegnante d’inglese grazie anche alla quale riuscì a partire nel 1995 per Seattle. Durante il soggiorno nella città che oggi ospita sedi di big come Microsoft e Amazon l’insegnante di inglese sperimentò l’uso di internet. Lo stesso anno affascinato dal mondo del web avviò la sua prima azienda, una società di progettazione di siti web: China Yellow Pages. La società riscosse un enorme successo economico anche perché allora non esistevano molte aziende come la sua.

Abbandonò però il progetto iniziale dopo che lo stato lo aveva costretto a formare una joint venture con una società statale. Nel 1999 nel suo appartamento di Hangzhou assieme a 18 amici ed ex-collaboratori diede vita ad Alibaba, un marketplace per la vendita internazionale di prodotti cinesi. A quell’epoca la vendita online era sconosciuta in Cina. Fu la prima volta che un imprenditore cinese si affacciò sul mercato internazionale attraverso il web.

Dopo il successo di Alibaba, che già nel 2001 superava il milione di utenti, Ma fondò nel 2003 Taobao un marketplace di vendita ideato per i rivenditori che in poco tempo segnò la fine di Ebay Cina. Seguono nel 2004 AliPay una piattaforma simile a PayPal e nel 2010 AliExpress. Da insegnante di lingua inglese a imprenditore di successo, attraverso il mercato globale Jack Ma è riuscito a formare Alibaba Group che oggi conta un fatturato complessivo di oltre 300 miliardi di euro.