Reed Hastings CEO e fondatore di Netflix ha creato un impero da 3.5 miliardi di dollari che distrutto colossi come Blockbuster. Ecco la sua storia e l’origine del sito di streaming più famoso al mondo.

Se 10 anni fa ti avessero parlato di una piattaforma online tramite la quale vedere film, serie tv, documentari e programmi provenienti da tutto il mondo al prezzo di 7,99€ al mese ci avresti creduto? Probabilmente no. Eppure, nella mente geniale di un imprenditore americano già alla fine degli anni 90’ nasceva l’idea di un grande progetto online basato su tecnologie che allora parevano fantascienza.

Reed Hastings (8 Ottobre 1960) è uno degli uomini più influenti di America. Con il suo socio Marc Randolph ha fondato nel 1997 un’azienda che ad oggi conta un valore netto di 3.5 miliardi di dollari. Vediamo come quest’uomo nato professionalmente come informatico è riuscito in poco tempo a diventare un imprenditore di successo fondatore di un’azienda ormai conosciuta in tutta il mondo.

Gli inizi della carriera di Reed Hastings

Dopo essersi laureato in Informatica alla prestigiosa Università di Stanford, Reed Hastings fonda nel 1991 la sua prima società, Pure Software, una startup specializzata nella riparazione di software. In quegli anni Hastings sperimenta la carriera da imprenditore, ma dopo il grande successo dell’azienda, quotata anche in borsa, decide di mollare tutto e vendere Pure ad un’altra compagnia poi inglobata nella IBM.

pure software reed hastings

Dopo Pure Software, Hastings ha trascorso due anni a pensare come rendere e mantenere la sua prossima startup Agile.

Senza lavoro, ma con una piccola fortuna guadagnata grazie alla vendita della Pure, la storia del giovane Hastings inizia la sua inesorabile ascesa che lo porterà in pochi anni ai vertici di un mercato allora dominato da colossi come Blockbuster. È lo stesso Hastings che ci racconta la storia della nascita di Netflix con un aneddoto simpatico su di una multa di 40 dollari ricevuta per la mancata restituzione di un DVD preso a noleggio.

«Era il 1997 e ancora mi ricordo a quanto ammontasse la multa per la restituzione del film Apollo 13. Me la ricordo perché mi imbarazzava. Ma proprio da questo episodio cominciai a riflettere su quanto grande potesse essere il mercato di settore».

Vuoi incrementare il tuo business? Prenota una consulenza gratuita

*Ho letto e accetto l’informativa sulla Privacy

*Acconsento di ricevere informazioni commerciali e pubblicitarie

*Consenso obbligatorio per l'utilizzo del servizio

Gli albori di Netflix, il noleggio di dvd

Come primo strumento commerciale Hasting scelse il dvd piuttosto che le videocassette, una scelta coraggiosa considerato l’anno (1997). La spedizione dei VHS era troppo costosa secondo l’imprenditore americano. Ricordiamoci però che in quegli anni il dvd era un supporto nato da poco che presentava diversi problemi, in primo luogo essendo una novità in molti ancora non possedevano un costoso lettore apposito; i dvd possedevano un parco di titoli limitato rispetto alle vhs; inoltre la facilità di duplicazioni pirate dei dvd iniziavano già ad essere un problema concreto.

Dopo Pure Software, Hastings ha trascorso due anni a pensare come rendere e mantenere la sua prossima startup Agile.

netflix noleggio dvd

Nonostante le videocassette all’epoca fossero lo strumento più diffuso per l’intrattenimento casalingo, Hastings decise di puntare sul noleggio dei dvd intravedendo le potenzialità di quest’ultimi. Le successive decisioni dell’imprenditore lo premiarono fin da subito tant’è che il primo giorno della messa online della piattaforma i server andarono down per l’enorme quantità di traffico in entrata.

Rispetto alla concorrenza il servizio di Hastings si distingueva per 3 scelte fondamentali: i film potevano essere noleggiati solamente online, ma in pochi passaggi, i film erano recapitati a domicilio senza problemi e in poco tempo e non c’erano multe per chi non restituiva il dvd in tempo.

Nei primi 4 mesi i film noleggiati erano già 20mila.

Il futuro è lo streaming

Quando il mercato dei dvd era ancora fiorente e Netflix raggiungeva il suo primo milione di iscritti Hasting pensava già al futuro: realizzare un servizio crossplatform in grado di fornire streaming on demand del suo vasto catalogo di film. Un sogno nato nei primissimi anni duemila che divenne realtà nel 2008 con il lancio di una set top box in grado di trasmettere video dal web e dalla tv.

house of cards prima serie originale netflix

La serie di House of Cards è ispirata all’omonimo romanzo del 1989 scritto dall’inglese Michael Dobbs.

Nel 2009 quando ormai il servizio contava più di 10 milioni di abbonati, ma alcuni concorrenti che proponevano servizi simili iniziavano a diventare pericolosi, Netflix lavorava già attivamente per accaparrarsi i diritti di serie tv prestigiose come Grey’s Anatomy. Solo quattro anni dopo il colosso si lanciava nella produzione propria di film e serie tv. Nel 2013 la prima serie tv originale Netflix “House of cards” con il divo di Hollywood Kevin Spacey come protagonista.

Dal 2015 Netflix è disponibile anche in Italia.

Vuoi diventare anche tu un imprenditore di successo? Scopri Dilapay il nuovo metodo di pagamento dilazionato che permette ai tuoi clienti di pagare facilmente prodotti e servizi un po’ per volta.